Elementi di Collegamento. Quali Sono le Diverse Prove di Trazione?

Posted on
prove di trazione

Nel nostro post di oggi vogliamo parlarvi dei metodi di prova previsti dalla norma 898-1 per gli elementi di collegamento. In particolare, oggi ci vogliamo soffermare su tutte le prove di trazione.


Prove di trazione con appoggio obliquo delle viti finite.

Questo tipo di prova ha lo scopo di determinare in modo simultaneo:

  • la resistenza a trazione delle viti finite (Rm)
  • l’integrità della sezione di transizione tra:
    • testa
    • gambo liscio o interamente filettato.

Segnaliamo, inoltre, che la prova di trazione con appoggio obliquo delle viti finite, non riguarda le viti prigioniere.

Prove di trazione delle viti e delle viti prigioniere finite per la determinazione del carico unitario di rottura a trazione (Rm).

Questa prova determina il carico unitario di rottura a trazione degli elementi di collegamento finiti (Rm). Questi ultimi sono elementi di collegamento per i quali sono state portate a termine tutte le fasi di fabbricazione:

  • con o senza rivestimento superficiale
  • con capacità di applicazione del carico completa o ridotta
  • non sottoposto a lavorazione di macchina per renderlo un provino.
Prove di trazione delle viti e viti prigioniere di dimensioni complete per la determinazione dell’allungamento dopo rottura (Af) e del carico unitario minimo di scostamento dalla proporzionalità 0,0048 d (Rpf)

Qual è lo scopo di questa prova di trazione? Si vuole determinare contemporaneamente:

  • l’allungamento dopo rottura degli elementi di collegamento di dimensioni complete (Af)
  • il carico unitario di scostamento dalla proporzionalità 0,0048 d sugli elementi di collegamento di dimensioni complete (Rpf).
Prove di trazione delle viti con capacità di carico ridotta a causa della forma della testa.

Con questa prova di trazione è possibile determinare il carico di trazione per quelle viti dove non è prevista la rottura nella lunghezza filettata libera a causa della forma della testa. Ma cos’è un elemento di collegamento con capacità di carico ridotta? E’ un elemento di collegamento finito:

  • normalizzato o non
  • con caratteristiche del materiale in conformità alle classi di resistenza specificate nella ISO 898-1
  • che non soddisfa (causa geometria) i requisiti per la capacità di carico quando viene sottoposto a prova.
Prove di trazione di elementi di collegamento con gambo ridotto.

Lo scopo di questo tipo di prova è quello di determinare il carico unitario di rottura a trazione (Rm) di tutti quegli elementi di collegamento con gambo ridotto.

Prove di trazione dei provini sottoposti a lavorazione di macchina.

Questa prova di trazione è in grado di determinare:

  • la resistenza a trazione (Rm)
  • il carico unitario
    • di snervamento inferiore (ReL)
    • di scostamento dalla proporzionalità dello 0,2% (Rp0,2)
  • l’allungamento percentuale dopo rottura (A)
  • la strizione dopo rottura (Z)

Visita il sito Inoxmare e scopri tutti i nostri elementi di collegamento in acciaio inossidabile.

Registrati all’e-commerce, potrai vedere in tempo reale prezzi e disponibilità di tutta la nostra gamma.

Clicca qui

Vuoi leggere qualche altro articolo? Continua qui.

WordPress Theme by RichWP