La Marcatura degli Elementi di Collegamento in Acciaio Inox.

Posted on
marcatura

Nell’aprile 2009 è entrata in vigore la nuova edizione della norma che definisce le caratteristiche meccaniche delle viti a passo grosso e fine. Vediamo nel particolare quello che riguarda la marcatura degli elementi di collegamento.


Marcatura delle viti secondo ISO 898.

Nel caso di:

  • viti a testa esagonale (da 4.6 a 12.9)
  • viti a testa cilindrica

– con esagono incassato

– con cava esalobata (da 8.8 a 12.9) con diametro nominale di filettatura d ≥ 5 mm

la marcatura con il marchio di identificazione del fabbricante e il simbolo della classe di resistenza è obbligatoria.

Preferibilmente, la marcatura dev’essere eseguita sulla testa. Sempre che la forma del prodotto lo permetta.

Marcatura delle viti prigioniere.

In questo caso, la marcatura è obbligatoria per le classi di resistenza uguali o superiori a 5.6. Inoltre, questa va applicata preferibilmente sulla parte non filettata della vite. Cosa fare quando questo non è possibile?

  • la marcatura della classe di resistenza dev’essere fatta sul lato dove si avvita il dado
  • il marchio di identificazione del fabbricante può essere omesso.

Per la marcatura delle viti prigioniere sono ammessi i simboli alternativi. (vedi tabella sottostante)

simboli_ita.jpg

Marcatura dei dadi ISO e DIN. Quali differenze?

Sia per la ISO che per la DIN, i dadi esagonali con diametro nominale d ≥ 5 mm devono obbligatoriamente avere la marcatura con il simbolo della classe di resistenza. Solo per la ISO è necessaria, inoltre, la marcatura con marchio di identificazione del fabbricante.

Per entrambe, se la forma del prodotto lo permette, la marcatura dev’essere eseguita o:

  • in profondità, sul piano d’appoggio (preferibilmente)
  • su una faccia laterale senza sporgere oltre il piano d’appoggio.
Vieni nel nostro web shop!

Scopri le disponibilità, i prezzi e gli sconti sui nostri articoli in acciaio inox AISI 304 e AISI 316. Registrarsi è facile.

Clicca qui

 

 

 

 

WordPress Theme by RichWP