Esecuzione Filettature – Maschi e Giramaschi

Posted on

Oggi vogliamo parlare dell’esecuzione delle filettature. E in particolare di maschi e giramaschi.


Maschi e giramaschi: cosa sono?

Maschi

I maschi sono formati da un corpo cilindrico con scanalature rettilinee o elicoidali che separano i pettini filettatori.

Giramaschi

I giramaschi sono attrezzi proprio per la maschiatura manuale. Sono dotati, infatti, di due bracci che ne permettono la rotazione a mano. (vedi figura sotto)

Ma come viene effettuato il taglio del filetto?

Questo viene effettuato in maniera progressiva. Ogni pettine, infatti, forma un conoide che ha:

  • all’estremità il diametro di base del filetto
  • e termina col diametro del vertice del filetto.

 

  1. Zona di imbocco: è la più interessata all’asportazione di truciolo mentre la parte rimanente del maschio ha la funzione di guida. Di conseguenza:

                 – più lunga è la parte conica di imbocco
                 – più ridotta è la sezione di truciolo asportata da ogni singolo dente. (con minore sollecitazioni di taglio)

  1. Diametro del foro da maschiare: dev’essere leggermente maggiore del diametro del nocciolo della vite corrispondente. (la maschiatura, infatti, tende a formare della bava che intasa il fondo del filetto)

 

Quali tipologie di maschi?

Per i fori ciechi di diametro piccolo e per metalli con elevata durezza vengono utilizzati 3 maschi:

  • Sgrossatore (da cui proviene il 50% del truciolo)
  • Intermedio (da cui proviene il 30% del truciolo)
  • Finitore (da cui proviene il 20% del truciolo)

 

Inoltre, a seconda della forma del maschio, possono esserci differenti tipologie di truciolo:

  • Scanalature dritte o elicoidali
  • Filetto semplice o alternato
  • Imbocco corretto
  • Ecc.

Visita il nostro sito!

Scopri i nostri prodotti nel nostro web shop. Potrai vedere in tempo reale: disponibilità, prezzi e sconti di tutta la nostra gamma in acciaio inox!

Clicca qui
WordPress Theme by RichWP