Ampiezza e Posizione della Zona di Tolleranza. Qualche Chiarimento..

Posted on
zona di tolleranza

Anche oggi vogliamo affrontare il tema “tolleranze”. In particolare vogliamo dare qualche chiarimento sulla zona di tolleranza.


L’ampiezza della zona di tolleranza.

Nel sistema ISO, l’ampiezza del campo di tolleranza è determinata dal grado di tolleranza normalizzato. (IT) Ma quanti sono i gradi di tolleranza normalizzati? Questi sono 20, denominati con sigle da IT0 a IT18.

L’ampiezza del campo di tolleranza è funzione di due parametri:

  • Dimensione nominale
  • Valore di IT.

In base alla loro precisione, è possibile individuare 3 gruppi di tolleranze:

  • Lavorazione calibri (alberi da IT01 a IT4, fori da IT01 a IT5)
  • Lavorazioni precise (alberi da IT5 a IT11, fori da IT6 a IT11)
  • Lavorazioni grossolane (alberi e fori da IT12 a IT18)

ampiezza.jpg

La posizione della zona di tolleranza.

La posizione della tolleranza rispetto alla linea dello zero è designata da una lettera che indica il valore dello scostamento di riferimento. Lo scostamento di riferimento, a seconda dei casi, può essere:

  • Superiore (fori: per posizioni da “K” a “ZC”)
  • Inferiore (fori: per posizioni da “A” ad “H”)
  • Linea zero (fori: scostamenti “JS” e “js”, zona di tolleranza a cavallo delle linea zero)

Nel sistema ISO, esistono 27 posizione normalizzate designate:

  • per i fori: con lettere da “A” a “ZC”
  • per gli alberi: da “a” a “zc”

Gli scostamenti “H” e “h” definiscono rispettivamente:

  • zona di tolleranza la cui dimensione minima coincide con la dimensione nominale (fori)
  • zona di tolleranza la cui dimensione massima coincide con la dimensione nominale (alberi)

posizione.jpg


Vieni nel nostro web shop Inoxmare!

Invia i tuoi ordini e quotazioni con un click. Registrati. Anche dal tuo cellulare. Scopri i nostri sconti, le disponibilità e i prezzi. Oltre 20.000 articoli in acciaio inox tra cui scegliere.

Clicca qui
WordPress Theme by RichWP