2016 – La Ripresa del Mercato Nautico Mediterraneo

Posted on
mercato nautico mediterraneo

Alcune ricerche effettuate dal CNA hanno fatto emergere alcuni  dati interessanti relativi al mercato della filiera nautica del diporto. Soprattutto per il mercato nautico mediterraneo. Infatti, in Europa i diportisti sono oltre 48 milioni, oltre ai turisti nautici extra UE. Tra mare aperto e acque interne, l’offerta è pari a 1.75 milioni di posti barca.


Mercato Nautico Mediterraneo – Dopo la stagnazione, i primi segnali di ripresa.

Negli ultimi anni, nonostante i numeri promettenti citati in precedenza, il mercato dei posti barca ha subito una forte stagnazione. Nel 2015, fortunatamente, si sono visti i primi segnali di ripresa. Rispetto al 2014, infatti, i posti stanziali sono cresciuti in media del 7,7% e i transiti hanno subito un aumento del 3,3%. (imbarcazioni a motore 60,4% e barche a vela 34,1%) In generale è proprio il mercato della portualità turistica a registrare un’accelerazione. Nel Mediterraneo, si registrano infatti:

  • La costruzione di nuovi porti
  • L’aumento dei posti barca (con il 70% di transiti nell’area tirrenica)
Mercato Nautico Mediterraneo – Ma a cosa è dovuta quest’accelerazione?

Perchè il mercato nautico mediterraneo subisce questa accelerazione?

  • Ottime condizioni climatiche della stagione estiva
  • Ripresa del mercato delle barche usate
  • Incentivi di mercato grazie alle manovre economiche governative (es. Legge di Stabilità del Governo italiano – Applicazione dell’IVA ridotta al 10% per i “Marina Resort”)

barche.jpg

Un punto critico: la polarizzazione dell’utenza.

Le criticità però non mancano. Una delle principali, è la polarizzazione dell’utenza. Negli ultimi anni abbiamo assistito alla:

  • Crescita del numero dei proprietari di megayacht (utenza over 50)
  • Crescita dei proprietari che scelgono il Mediterraneo come proprio “home port” (il 55% nel 2014)

Ciò nonostante, le imbarcazioni con maggiori transiti restano quelle con dimensioni inferiori a 12 mt, a motore e con un’utenza dai 18 ai 50 anni. Nel 2017 ci sarà un’inversione di tendenza? Questi dati ci lasciano ben sperare.

Un altro punto critico? Il passaggio al digitale.

Un’altra criticità riguarda, invece, il passaggio al digitale. In ogni paese, l’ingresso di un’imbarcazione in porto straniero sottostà a diversi vincoli. (es: attività di registrazione ecc..) Che spesso implicano la compilazione di materiale cartaceo. Il passaggio a piattaforme digitali faciliterebbe molti di questi “doveri”. Ci sono già alcuni esempi di gestione online delle prenotazioni del posto barca. E oltre il 35% degli utenti utilizzano questi strumenti. Proprio in questi mesi il lancio del “Progetto di digitalizzazione delle marine del Mediterraneo”. Finalizzato a fornire ai porti dell’area mediterranea un sistema di digitalizzazione degli scambi documentali per le navi in entrata e in uscita.


Vieni nel nostro web shop!

Scopri le disponibilità, i prezzi e gli sconti dei nostri accessori nautici in acciaio inossidabile. Registrarsi è facile.

Clicca qui
WordPress Theme by RichWP